Guida turistica Campania > Costa del Cilento >

Viaggio alla scoperta del Cilento,tra natura, mare ed archeologia

Da visitare nella zona

Tempio di nettuno nel Parco Archeologico di PaestumIl Parco Nazionale del Cilento si estende dalla costa tirrenica fino ai piedi dell’Appennino campano-lucano. È uno straordinario territorio eterogeneo che alterna incantevoli paesaggi marini a suggestive aree collinari e montuose, con grotte, boschi, voragini, immersi nella tipica macchia mediterranea. Terra di miti e leggende,  presenta un patrimonio culturale vasto, come i meravigliosi templi di Paestum, antica e fiorente colonia greca, un tempo chiamata Posidonia. I tre templi di ordine dorico sono straordinariamente rimasti intatti, eretti  tra il 550 a.C.  ed il 460 a. C. sono  dedicati alle dee Hera ed Athena. Il tempio più grande è conosciuto come il Tempio di Nettuno, dedicato in realtà al culto di Hera, presenta un ordine dorico classico, molto simile al tempio di Zeus ad Olimpia. Il tempo di Athena, noto come tempio di Cerere è il più piccolo ed è stato eretto intorno al 500 a.C. All’interno del Parco Archeologico da visitare anche il Museo Nazionale di Paestum, con un percorso espositivo ben definito. Il sito archeologico di Paestum è un luogo così importante tanto da essere stata una tappa obbligatoria del leggendario Gran Tour dell’Ottocento.
Nel comune di Ascea si trova un’importantissima area archeologica, dove è possibile trovare i resti di un’antica polis della Magna Grecia: Velia. È possibile visitare ciò che rimane  dell’area portuale, le antiche terme ellenistiche  e romane, l’agorà, l’acropoli, il quartiere meridionale ed il quartiere arcaico.Parco Nazionale del Cilento: la spiaggia di Cala Bianca
Il Cilento è stato proclamato Patrimonio Unesco, grazie alle meravigliose specificità territoriali, come le sue incantevoli spiagge. La Spiaggia di Cala Bianca prende il nome dai ciottoli candidi che formano l’arenile, si raggiunge in barca e si trova sulla Costa di Camerota. La Spiaggia di Punta Licosa si trova sull’isola omonima ed è legata alla leggenda della sirena Leucosia, la quale dopo una delusione d’amore si gettò  dalla rupe, trasformandosi in uno scoglio. Cala degli Infreschi è un’ altra incantevole spiaggia di Marina di Camerota. La Spiaggia di Cala d’Arcante ha una spiaggia ampia e sabbiosa, racchiusa tra scogliere, pini marittimi ed ulivi secolari. La spiaggia di Pollica è considerata la Perla del Cilento, premiata anche come spiaggia più bella d’Italia. La Spiaggia della Marinella è una delle più incontaminate del Cilento, dalla quale si può ammirare il meraviglioso panorama del promontorio. La spiaggia di Montecorice comprende sia la spiaggia di Agnone che la spiaggia di Case del Conte, caratterizzata da spiagge sabbiose e dorate che bagnano un mare cristallino. La spiaggia di Ascea è una delle spiagge più suggestive del Cilento, con sabbie dorate ed ulivi secolari, incantevoli in questo angolo di paradiso sono Punta del  Telegrafo, Baia d’Argento e Baia della Rondinella. Nella Baia di Agropoli  la Spiaggia di Trentova presenta un paesaggio selvaggio e suggestivo. Punta Tresino con il suo inestimabile patrimonio naturalistico ed ambientale racchiude numerose leggende legate al mito delle sirene.

Parco Nazionale del Cilento: Capo Palinuro.Palinuro presenta una spiaggia fine e chiarissima, con l'incantevole promontorio di Capo Palinuro che si estende per circa 2 chilometri nelle limpide acque del Mar Tirreno. Le rocce calcaree che caratterizzano la zona sono location di numerose leggende che nei secoli hanno reso questo territorio quasi mitologico, utilizzato spesso come set cinematografico. A Capo Palinuro la Cala del Buondormire è raggiungibile solo dal mare oppure attraversando dei lunghi sentieri selvaggi e regala uno spettacolo unico al mondo tra spiaggia sottilissima e scogliere che cadono a picco sul mare. 

Certosa di Padula: il chiostro grande.Di notevole importanza monumentale è la Certosa di Padula, uno dei più importanti monasteri dei monaci certosini in stile barocco. Questo edificio è Patrimonio dell’Umanità Unesco dal 1998 e conserva nel suo perimetro oltre all’incantevole monastero tre chiostri, un giardino, un cortile ed una chiesa. Oggi la Certosa è un luogo di eccellenza, considerato uno dei maggiori attrattori culturali della Campania, sede di eventi di grande rilevanza. 
A Pollica si trova il Museo Vivo del Mare, ospitato presso il Palazzo Vinciprova, con otto vasche, ognuna dedicata ad un particolare ambiente e protagonista del mare tipico del Cilento. La vasca tattile, la vasca delle murene, la vasca della posidonia, la vasca oceanica, la vasca del polpo, la vasca d’Infreschi, la vasca di Capo Palinuro, la vasca di Leucosia e la vasca di Profondità, tutte rappresentano zone tipiche del Cilento. 
La biodiversità cilentana la rende un luogo unico al mondo, con peculiarità difficili da trovare in altre parti del globo. Natura, cultura, archeologia, mare incontaminato e spiagge bianche caratterizzate dalla macchia mediterranea rendono questo territorio un mix perfetto per  le  vacanze adatte a tutta la famiglia. 

 

Villaggi, hotel a Palinuro (SA)

Villaggi, hotel a Pisciotta (SA)

Video Correlati:

Capo Palinuto
Pollica

Museo Vivo del Mare di Pioppi

Costa del Cilento: come arrivare

L'autostrada A3 Salerno- Reggio Calabria permette di raggiungere agevolmente tutte le località della costiera cilentana. La costiera è ben collegata anche dalle strade statali che attraversano la zona. 

Il principale aeroporto per raggiungere il Cilento è Napoli Capodichino.

 

 

Raggiungere le località del Cilento in treno è semplice grazie alla linea Napoli- Salerno- Reggio Calabria che è  ben collegata a tutte le principali cittadine. 

P.Iva 03174460786
R.E.A. di Cosenza: CS 216096 - Licenza N° 47462-51 Provincia di Cosenza
Copertura Assicurativa Filo Diretto Polizza N° 1505000761

Copyright © Vacanze Villaggi Mare Tour Operator 2012-2018

Scrivici con WhatsApp
3427822921

Scrivici con WhatsApp
3427822921