Itinerari gastronomici >

Ricette Pasquali: ecco il dolce più famoso della Puglia e non solo, la Scarcella!

scarcellaPasqua è alle porte e, come sempre, sia il cuoco più preparato sia chi si avvicina da inesperto ai fornelli è alla ricerca di qualche ricetta per cimentarsi con piatti particolari della tradizione e stupire i suoi ospiti. Tra le ricette più diffuse e cercate di dolci pasquali, si trovano sicuramente le Scarcelle Pugliesi. Che si abiti in Puglia o nel resto di Italia, se le nostre origini riportano anche lontanamente a qualche località della regione, questo dolce tipico di Pasqua si troverà sicuramente sulle nostre tavole. Conosciuta in alcune zone come “Scariella” (letteralmente tradotto dal dialetto come “ciambella”) e diffusa ormai in tutte le regioni del Sud Italia, ha in origine la forma di una ruota ed è in sostanza un grosso biscotto di pasta frolla che viene ormai lavorato assumendo le forme più svariate, come colombe, cestini, trecce, conigli, cuori. 

La tradizione vuole che il dolce simboleggi la liberazione dal peccato originale, ed ecco perché vi si incorporano delle uova sode intere, le quali saranno appunto liberate dall’intreccio di pasta. Altre scuole di pensiero sostengono invece che l’uovo simboleggi piuttosto la nascita di una nuova vita o la rinascita, e che sia quindi un simbolo di buon auspicio e fortuna. Esistono, come è facile immaginare, diverse varianti al dolce che, avendo per base sempre la pasta frolla, viene poi decorato nei modi più disparati: semplice o ricoperto di glassa di zucchero, con le uova sode intere incorporate o con gli ovetti di cioccolato adagiati sulla superficie, cosparso di perline color argento o multicolore, fino ad arrivare alle versioni, più elaborate ma anche molto più gustose, ripiene di marmellata di prugna o di pasta di mandorla. Volete cimentarvi? Ecco le dosi medie per l’impasto:
500  gr di farina
100 gr di zucchero semolato
50 gr di olio e.v.o.
2 uova per l’impasto e altre a scelta per la decorazione
1/2 bustina di lievito per dolci
a piacere vanillina o scorza di limone, secondo l’aroma che volete dare al dolce
decorazioni a vostro piacimento.
Si amalgamano tutti gli ingredienti aggiungendo, se necessario, un po’ di latte e, una volta pronto l’impasto, si ricava la forma che più ci piace direttamente su una teglia unta di olio e spolverizzata con la farina. Si decora con l’uovo sodo intero intrecciato in striscioline di impasto precedentemente messe da parte, e, dopo aver spennellato il dolce con un tuorlo d’uovo diluito con acqua, si decora con confettini colorati e perline alimentari varie. In forno mezz’ora a 180 gradi e le vostre Scarcelle sono pronte!
“M’raccomand, non ve strafquate”, direbbe un barese verace (Mi raccomando, non mangiatene troppe)…Buon appetito!

 

Pubblicato il 23/03/2017

Lascia un commento

Nome

Email

Testo



Leggi i commenti

Al momento non sono presenti commenti per l'articolo che stai leggendo.
P.Iva 03174460786
R.E.A. di Cosenza: CS 216096 - Licenza N° 47462-51 Provincia di Cosenza
Copertura Assicurativa Filo Diretto Polizza N° 1505000761

Copyright © Vacanze Villaggi Mare Tour Operator 2012-2018

Scrivici con WhatsApp
3427822921

Scrivici con WhatsApp
3427822921